Oltre 40 anni di presenza sul mercato + produzione propria in Cina e Indonesia

Charoite

Charoit ci aiuta a prendere le decisioni necessarie con attenzione e rapidità. La determinazione si rafforza, in modo da superare gli ostacoli che si presentano. Affrontiamo i nostri progetti con vigore, ma con calma. Un'altra qualità di Charoit è il rafforzamento della capacità di osservazione, anche nei confronti di noi stessi. Questo ci permette di mantenere una visione d'insieme prima di pensare di fallire a causa della quantità di richieste. Una cosa alla volta viene fatta, anche se all'inizio le montagne di lavoro sembrano infinite.


Profilo mineralogico della charoite

Formula chimica: (Ca,Na)4(K,Sr,Ba)2[(OH,F)2Si9O22] - H2O

Classe minerale: silicato stratificato complesso, ricco di minerali e idrofilo

Formazione: metasomatica, nella zona di contatto tra rocce magmatiche e metamorfiche

Colore: viola, occasionalmente rosa; con inclusioni nere, giallo-verdastre o color rame e interessanti minerali di accompagnamento, come l'egirina, la pectolite, la steacyite e la tinaksite, oltre al quarzo e ai feldspati.

Lucentezza: lucentezza da vitrea a setosa

Sistema cristallino: monoclino

Durezza Mohs: da 5 a 6

Scissione: scissione perfetta, frattura irregolare

Ricorrenza, principali paesi fornitori: Russia (Siberia orientale) nel giacimento "Sirenewy Kamen" (roccia di colore lilla), Cile

Aspetto: masse da fibrose a dense, con texture di scorrimento tipiche che ricordano quelle degli smalti

Uso: la charoite è utilizzata in Russia nell'artigianato artistico e recentemente è diventata molto popolare anche come pietra da gioielleria.

Formazione: metasomatica nella zona di contatto tra rocce magmatiche e metamorfiche, dalla combinazione di soluzioni magmatiche basiche con minerali della roccia circostante.

Disponibilità: bassa

Bracciali, fili, pietre burattate e altro ancora in charoite sono disponibili nel nostro negozio all'ingrosso.


Origine del nome e storia

Il geologo russo Rogov scoprì il giacimento di charoite nell'area dello spartiacque tra i fiumi Chara e Tokko negli anni Sessanta. Solo nel 1978 la charoite è stata identificata e denominata come minerale a sé stante; in precedenza era considerata uno scisto di cummingtonite rosa-viola o canasite viola.

Esistono due teorie sull'origine del nome "charoite": La prima afferma che il nome charoite deriva dal fiume "Chara" nella Siberia orientale. Un'altra possibile grafia del nome del minerale è quindi charoite, che però non ha preso piede né nel commercio al dettaglio né in quello all'ingrosso.

Secondo un'altra interpretazione, la charoite si riferisce alla parola russa "chary", che significa incantevole, affascinante o incantevole.

Le grafie occasionali come Chaoirt, Chariot, Caroit, Charoid o Charoiet non sono corrette. Non esistono sinonimi di charoite.

Il minerale è disponibile in grandi quantità solo in un unico giacimento nella Siberia orientale; per questo motivo lo Stato russo ha fissato quote rigide per la sua estrazione.

Dove si trova

La charoite si trova in grandi quantità nel luogo in cui si trova, tra i fiumi Chara e Tokko: la scarsa disponibilità non è quindi dovuta al fatto che il minerale non è naturalmente molto spesso, come nel caso del peridoto o del topazio imperiale, ad esempio. Nel caso della charoite, la sfida è rappresentata dall'ubicazione del sito: situato nella Siberia orientale più profonda, il sito dista circa 1000 chilometri dalla strada più vicina, ovvero un po' più lontano di Kiel da Berchtesgaden. L'area è scarsamente popolata e molti villaggi sono ormai deserti o abitati solo in modo irregolare.

 
Le qualità più costose vengono trasportate in elicottero, mentre quelle più economiche vengono trasportate via terra con grande difficoltà a causa dell'inverno. I fiumi sono adatti al trasporto solo in misura limitata: sono ghiacciati da settembre a maggio e le inondazioni nei mesi estivi rendono rischioso il trasporto.

 

 

Miscele

La charoite può essere confusa con la lepidolite e la sugilite. La lepidolite è notevolmente più morbida (durezza Mohs 2,5-3) e presenta migliori proprietà di scissione, mentre la sugilite non ha la struttura fibrosa della charoite.

 

Anelli, fili di collane, pietre da massaggio, pietre forate e altro ancora in charoite sono disponibili nel nostro negozio all'ingrosso.


Utilizzi

Il suo colore viola e la sua interessante struttura, che ricorda onde e vortici, la rendono una gemma ricercata e affascinante. La charoite è tradizionalmente utilizzata come pietra da gioielleria o da terapia e per la realizzazione di sculture e statuette.

Classificazione e applicazione

Conoscete situazioni in cui avete la sensazione che si siano accumulate montagne insormontabili di lavoro? La charoite è consigliata nelle gemme curative per aiutarvi a far fronte a questa situazione. Questa pietra è anche un buon aiuto quando si tratta di gestire cambiamenti di vasta portata nella vita. Favorisce lo slancio e la determinazione, ma anche la calma e la resistenza alle preoccupazioni e allo stress, rendendo più facile prendere decisioni importanti senza esitazioni e affrontare i doveri e i compiti che si sono accumulati a causa di una prolungata inattività. Promuove il potere di osservazione e aiuta a sciogliere le regole e i vincoli esterni.

 

Astrologia e numerologia

L'autrice americana Melody assegna Charoit ai segni Scorpione e Sagittario.

Nella sua opera standard "Stelle e Pietre", Barbara Newerla raccomanda la charoite come pietra equilibratrice per la Vergine, quando questo segno zodiacale doveroso si è nuovamente caricato di troppi compiti e lavoro. Con il sostegno della charoite, la spontaneità e l'energia si rafforzano, in modo che i compiti futuri possano essere affrontati con vigore. Una cosa dopo l'altra viene portata a termine e tutto ciò che è necessario viene fatto passo dopo passo. Editha M. Wüst assegna a Charoit il numero 9.