Oltre 40 anni di presenza sul mercato + produzione propria in Cina e Indonesia

Zaffiro

Il nuovo anno inizia con tutte le sue promesse. Nel corso dell'anno ci troveremo di fronte a molti incroci, bivi e ostacoli che offrono opportunità e richiedono decisioni. Molto è ancora aperto, tutto sembra possibile. Incontreremo anche persone che ci accompagneranno lungo il cammino, come consiglieri, amici o specchi del nostro mondo interiore.
 
Lo zaffiro ci aiuta a focalizzare i nostri poteri e le nostre capacità mentali su un obiettivo e a perseguirlo in modo diretto. La gemma blu rafforza la capacità di critica e di visione sobria delle cose, sottoponendo la propria vita a un esame. In questo modo, le idee e i pensieri possono diventare rapidamente piani ben ponderati e progetti concreti .


Profilo mineralogico

Formula chimica, classe minerale: Al2O3 + Cr,Fe,Ti,V; minerale di alluminio del gruppo del corindone.
 
Formazione: magmatica liquida primaria in magnetiti ricche di alluminio; secondaria arricchita in depositi di sapone gemmato; terziaria di contatto e metamorfica regionale in gneiss, scisti cristallini, marmo e marmo dolomitico
 
Colore: a seconda della varietà, incolore (leucosaffiro), dal rosa salmone all'arancio (padparadja), giallo chiaro (zaffiro giallo), verde intenso (clorosaffiro), blu, blu fiordaliso (colore più ricercato, zaffiro cashmere), indaco (zaffiro indaco), viola (zaffiro viola), nero (zaffiro nero)
 
Sistema cristallino: trigonale
 
Durezza Mohs: 9
 
Scissione: nessuna, frattura piccola-muscolosa
 
Aspetto: cristalli di forma prismatica, spesso un po' convessi (a botte), romboedrici o dipiramidi ripide a sei facce
 
Ricorrenza, principali paesi fornitori: Australia (Queensland), Brasile (Mato Grosso), Cina meridionale, Russia (Kola, Ural), India (Kashmir), Cambogia (Pailin), Camerun, Canada (Ontario), Laos, Madagascar, Malawi, Mozambico, Myanmar (Magok), Namibia, Nigeria, Ruanda, Sudafrica, Sri Lanka, Tanzania, Thailandia, Vietnam, USA (Montana)

 

Gioielli con zaffiro, pietre burattate di zaffiro e altro ancora per i rivenditori sono disponibili nel nostro webshop.


Come si ottiene il colore nello zaffiro?

Le sostanze coloranti dello zaffiro blu sono il ferro e il titanio, e il vanadio nello zaffiro viola. I colori giallo e verde sono creati dal ferro trivalente, quelli rosa dal cromo e quelli arancioni dalla combinazione di cromo, ferro e vanadio.
 
Il colore più apprezzato nello zaffiro è il blu fiordaliso puro; le gemme corrispondenti sono anche chiamate zaffiro cashmere. Con la cottura, gli zaffiri opachi dal colore poco appariscente assumono colori brillanti e stabili.
 
Alcune varietà di colore dello zaffiro avevano un nome proprio: Ad esempio, lo zaffiro verde-blu era chiamato acquamarina orientale o lo zaffiro giallo era chiamato topazio orientale. Poiché questi nomi sono molto fuorvianti, non sono più utilizzati nel commercio.

 

 

Corindone - sorella minore, fratello maggiore

Il gruppo dei corindoni è composto da due rappresentanti, lo zaffiro e il rubino. Tutto il corindone non rosso è classificato come zaffiro, mentre solo un certo spettro di toni rossi giustifica il nome di rubino. Il colore più noto e ricercato dello zaffiro è il blu fiordaliso, mentre il rubino è il "sangue di piccione", che ha una leggera componente blu. Il rubino è meno comune in buone qualità rispetto allo zaffiro.
 

Origine del nome

Il nome zaffiro deriva dal latino "sapphirus", che a sua volta risale al greco "sappheiros" = blu. La sua origine deriva dalla parola sanscrita "sanipryiam", che significa "favorito di Saturno". Nel Jyotish, l'astrologia vedica, lo zaffiro è associato a Saturno.


Fatti storici sullo zaffiro

Essendo la "gemma classica" del quartetto diamante, rubino, zaffiro e smeraldo, lo zaffiro è una delle pietre preziose e curative più antiche e ricercate al mondo. Se lo zaffiro viene citato nelle tradizioni antiche, si tratta sempre della varietà blu. Il suo incomparabile blu era spesso usato come analogia con il colore del cielo. Goethe scrisse in proposito: "Paragoniamo, se vogliamo essere poetici, il cielo più limpido allo zaffiro".
 
Nell'Apocalisse di Giovanni, lo zaffiro è nominato come la seconda delle pietre di fondazione della Nuova Gerusalemme. Come pietra della fede e della religione, lo zaffiro è stato incluso nei rituali cristiani; gli zaffiri si trovano come gemme in molti gioielli cristiani. Nel II secolo d.C. apparve un trattato sui poteri delle pietre, il cui autore si faceva chiamare Damigerone il Mago. Egli scrisse: "Grandi onori sono stati conferiti allo zaffiro da Dio. I re portano questa pietra al collo, perché è la protezione più potente".
 
Poiché lo zaffiro è sempre stato considerato una pietra magica, gli sono stati attribuiti molti poteri. Si dice che conferisca una disposizione pacifica e protegga dall'odio e dall'infedeltà. Nel Medioevo si credeva che aiutasse a contrastare la "lussuria d'amore".
 

Zaffiri famosi

Con un peso di 1404 carati, la "Stella di Adamo" trovata nello Sri Lanke è il più grande zaffiro trovato finora; il suo valore è stimato intorno ai 90 milioni di euro.
 
La "Stella dell'India" è il più grande zaffiro mai tagliato. Pesa 563,35 carati ed è stato trovato anch'esso nello Sri Lanka. La pietra è stata donata da J. P. Morgan (1837-1913) al Museo Americano di Storia Naturale, dove può essere ammirata.
 
Anche gli zaffiri stellati sono molto ambiti. Grazie all'inclusione di sottilissimi aghi di rutilo, sulla superficie della pietra lucidata appare un riflesso a forma di stella e a sei raggi (il cosiddetto asterismo).
 
Il "Bombay Sapphire" non è uno zaffiro molto speciale, come si potrebbe pensare, ma un noto London Dry Gin, venduto in bottiglie blu.


I fili di collana di zaffiri, i cristalli di zaffiro e le pietre burattate sono disponibili nel nostro negozio online per i clienti commerciali.

 

Utilizzo nell'industria

Il corindone è il secondo minerale più duro al mondo dopo il diamante. È quindi l'abrasivo più utilizzato. La sua durezza aumenta con il grado di purezza, riconoscibile dal colore. La sua tenacità, invece, può essere aumentata aggiungendo ossidi metallici e aumentando la velocità di raffreddamento durante la produzione di un abrasivo.
 
In passato, gli zaffiri prodotti industrialmente venivano utilizzati insieme ai diamanti per captare il suono nei giradischi.
 
Il "vetro zaffiro" utilizzato principalmente nell'industria orologiera è costituito da corindone prodotto artificialmente ed è caratterizzato da un'elevata resistenza ai graffi.
 

Applicazione nella cura delle gemme

Lo zaffiro è una pietra di conoscenza e saggezza. Nella cura con le gemme, si dice che abbia le seguenti proprietà: Favorisce la concentrazione su un obiettivo e aiuta a raggiungerlo grazie alla forza mentale. Dirigendo chiaramente i pensieri, le idee e i piani possono essere realizzati più rapidamente. Lo zaffiro favorisce un atteggiamento autocritico e incoraggia a esaminare la propria vita. Tutto ciò che non regge a questo esame viene riconsiderato ed eventualmente scartato.
 
Lo zaffiro rafforza la fede e l'amore per la verità. Poiché rafforza la determinazione e la volontà di essere di nuovo attivi, lo zaffiro è anche un buon compagno per uscire dalle circostanze difficili. Non è necessario possedere una pietra preziosa per utilizzare lo zaffiro. Come il rubino e lo smeraldo, sono adatte anche qualità più semplici e opache. Lo zaffiro dovrebbe essere indossato direttamente sul corpo sotto forma di collane o ciondoli, oppure posto sul ventre o sulla fronte.

 


Chakra e astrologia

Lo zaffiro agisce sul quinto chakra della gola e sul sesto chakra della fronte. Nell'astrologia vedica Jyotish è assegnato a Saturno. L'astrologia occidentale raccomanda lo zaffiro soprattutto per i segni Sagittario, Capricorno e Acquario.
 

Falsi zaffiri

A causa della sua alta considerazione, il termine "zaffiro" viene assegnato anche ad altre gemme senza che queste siano zaffiri:
quarzo blu - quarzo zaffiro
Indigolite (tormalina blu) - zaffiro orientale, zaffiro degli Urali (ish)
Iolite - zaffiro d'acqua