Oltre 40 anni di presenza sul mercato + produzione propria in Cina e Indonesia

Ammolite - formazione, localizzazione e utilizzo


Versione inglese qui


L'ammolite colorata e iridescente risveglia il desiderio di scoprire i segreti e di osservare più da vicino ciò che sta dietro le cose. Si rafforza la gioia per i lati belli della vita e per la diversità delle cose. L'ammolite stabilizza gli sviluppi che avvengono in modo troppo rapido e irrequieto e porta a una maggiore coerenza senza diventare inflessibile.


Profilo mineralogico

Formula chimica:CaCO3 + Ba,Fe,Mn,Pb,Sr,Zn (aragonite dalla madreperla del guscio dell'ammonite)
Inoltre, calcite, quarzite, pirite e altri minerali sono presenti in proporzioni variabili. Il guscio stesso dell'ammonite contiene una serie di oligoelementi (alluminio, bario, cromo, rame, ferro, magnesio, manganese, stronzio, titanio e vanadio).

Formazione: per fossilizzazione della madreperla dalle conchiglie contenenti aragonite delle ammoniti preistoriche. Insieme all'ambra e alle perle, l'ammolite è una delle gemme biogeniche. L'ammolite è estremamente rara, di conseguenza costosa e presente in quantità molto inferiori rispetto alla maggior parte delle gemme conosciute, come tormaline, berilli o quarzo. Durante la stagione di raccolta primaverile ed estiva, ogni mese si trovano solo pochi pezzi di ammoniti completamente conservati e con buoni colori. Inoltre, si trovano piccole quantità di frammenti di fossili in qualità di gemme. Nel 1981, la società mineraria Korite International ha iniziato a estrarre la pietra, fino ad allora relativamente sconosciuta, in una grande miniera a cielo aperto insieme a un lancio sul mercato.

Colore, trasparenza: iridescente nei colori dell'arcobaleno, opaca. La gemma è costituita da finissime scaglie di aragonite, che producono i colori brillanti grazie all'interferenza della luce. Una buona ammolite mostra un gioco di colori che non ha nulla da invidiare all'opale più prezioso.

Sistema cristallino: rombico

Durezza Mohs: 4,5 - 5,5

Scissione: nessuna

Aspetto: superficie iridescente e colorata, altamente opalescente

Località: Canada (Alberta). Attualmente sono attive solo due piccole miniere che recuperano l'ammolite da un sottile strato della Formazione Bearpaw. I siti si trovano lungo il fiume St. Mary, vicino a Lethbridge, nell'Alberta sud-occidentale, e l'esplorazione e il commercio dell'ammolite sono strettamente controllati. Solo il materiale registrato dal governo può lasciare il Paese.

Ciondoli, pezzi di ammolite lucidati e forati sono disponibili nel nostro negozio all'ingrosso.



Origine del nome e sinonimi

"Ammolite" è il nome commerciale della qualità di pietra preziosa di un guscio fossile colorato e iridescente di due ammoniti: Il nome ammolite è un composto di "ammonite" e "lithos" (pietra in greco). Nel mondo di lingua tedesca esistono due grafie: "Ammolith", derivata da "lithos" (pietra) e "Ammolit", versione germanizzata del termine originale inglese Ammolite.

In Canada, l'ammolite è chiamata "Aapoak" (piccola pietra strisciante) nella lingua degli indigeni della tribù dei Piedi Neri, che vivono in questa regione; questo nome si riferisce all'iridescenza colorata della gemma. Il nome "Iniskim" (pietra del bufalo) si riferisce all'usanza di indossare pezzi di ammolite come talismano durante la caccia al bufalo.


Origine

La storia della formazione dell'ammolite risale a circa 70-75 milioni di anni fa, nel periodo cretaceo, quando si formarono le Montagne Rocciose. A est di queste c'era un enorme mare, la Western Interior Seaway, che collegava l'Oceano Artico con l'attuale Golfo del Messico. Questo mare fu colonizzato da molte creature, tra cui tartarughe marine, pesci ossei e ammoniti. Dopo la loro morte, i gusci delle ammoniti affondavano sul fondo del mare interno, dove venivano ricoperti dall'argilla. A causa della pressione dei sedimenti sovrastanti, i gusci delle ammoniti sono stati compressi e spesso rotti; il ritrovamento di pezzi interi è molto raro.

Questo processo è avvenuto in varie parti del mondo, ad esempio nell'attuale Marocco e in Madagascar. Le ammoniti si sono fossilizzate sostituendo l'aragonite con la calcite; l'aragonite, facilmente solubile, è stata sciolta e le cavità risultanti sono state riempite con altri minerali (per lo più calcite) o mantenute nella loro struttura. L'aragonite è stata trasformata in calcite anche da temperature elevate, superiori a 400° C.

Nella parte orientale delle Montagne Rocciose, dove sono state trovate le ammoliti, le condizioni erano uniche al mondo: A causa delle eruzioni vulcaniche delle Montagne Rocciose in formazione, le ammoniti non erano ricoperte di argilla, ma di cenere vulcanica molto impermeabile all'aria. Inoltre, gli strati contenenti ammoniti non sono stati spinti in aree più profonde e calde dai sedimenti sovrastanti, per cui non si è verificata la trasformazione dell'aragonite in calcite dovuta al calore. Pertanto, le ammoliti canadesi sono alcuni dei pochi fossili che contengono aragonite.


Opalescenza

L'affascinante gioco di colori non è causato dal colore intrinseco del materiale o dalla rifrazione della luce, ma dall'interferenza, cioè dalla sovrapposizione delle onde luminose. A seconda dello spessore dello strato, l'ammolite brilla di rosso o di verde; con strati più sottili, si verifica un gioco di colori blu o giallo.

Lo spessore dello strato di ammolite è di circa 0,5-0,8 mm; la matrice sottostante è solitamente costituita da marna calcarea o calcare. La struttura fessurata dello strato di ammolite è stata creata dalla pressione degli strati sovrastanti; sembra la pelle di un drago o di una lucertola; occasionalmente il disegno ricorda anche le finestre di una chiesa.

Gli usi

I primi utilizzatori dell'ammolite sono stati gli abitanti della Blackfoot First Nation (aborigeni canadesi). Per secoli hanno conosciuto l'ammolite con il nome di iniskim ("pietra di bufalo"). Secondo la leggenda, le ammoliti venivano indossate come talismani durante la caccia.
La storia dell'ammolite come pietra da gioielleria popolare a livello internazionale inizia negli anni Sessanta. Nel 1981, la CIBJO (Confédération International de la Bijouterie, Joaillerie, Orfèvrerie des Diamants, Perles et Pierres) ha aggiunto l'ammolite alla lista delle gemme riconosciute. Nel 2004, l'ammolite è diventata la gemma ufficiale della provincia di Alberta e un "tesoro nazionale".

L'ammolite è considerata la gemma organica più rara. Essendo morbida e delicata, richiede una lavorazione speciale, nota solo a pochi esperti. Oltre a essere tagliata nelle forme desiderate, la pietra deve essere accuratamente lucidata, poiché una superficie ruvida disperde troppo la luce e quindi mostra solo colori più spenti. Un rivestimento di resina stabilizza le sottili scaglie di ammolite.

Applicazioni nella cura delle gemme

Nella moderna medicina delle gemme, l'ammolite è sinonimo di armonia, dignità e splendore. Promuove un senso di bellezza, attrazione e seduzione. L'ammolite risveglia l'interesse per i segreti e dissolve le fissazioni mentali.

Poiché l'ammolite è stata scoperta solo di recente come pietra terapeutica, la ricerca sulla guarigione delle pietre è ancora in corso e si prevede che nei prossimi anni verranno scoperte altre interessanti proprietà.

Non è ancora stata fatta una classificazione astrologica dell'ammolite.

Potete trovare ciondoli, pezzi di ammolite lucidati e forati nel nostro negozio all'ingrosso.


Visita in loco in Canada - ottobre 2021

Grazie ai numerosi contatti avuti in oltre 40 anni di storia dell'azienda Marco Schreier Mineralienhandlung, il fondatore e proprietario dell'azienda Marco Schreier ha potuto visitare l'area di scoperta dell'ammolite in Alberta / Canada nell'autunno del 2021. È davvero sorprendente quanto questa affascinante gemma sia inizialmente nascosta e poco appariscente, fino a quando occhi esperti e mani esperte non portano alla luce il materiale in tutta la sua bellezza!




Ciondoli, pezzi di ammolite tagliati e forati sono disponibili nel nostro negozio all'ingrosso.