Oltre 40 anni di presenza sul mercato + produzione propria in Cina e Indonesia

Riflessologia plantare con pietre preziose

Le zone riflesse sono le "mappe della salute" sulla nostra pelle. Ci forniscono informazioni sulla regolazione del nostro corpo e della nostra anima. Possiamo anche usarle per dare impulsi efficaci. Oggi riconosciamo più di 30 sistemi di zone riflesse, ad esempio sulle mani, sui piedi, sulle orecchie, sul cranio e sulla schiena. Le zone riflesse sono portatrici di un richiamo che ci porta a un maggiore benessere e le gemme sottolineano gli aspetti belli della vita. Entrambi, insieme, rendono le crisi più sopportabili e assicurano un senso di benessere globale.

Come l'effetto delle zone riflesse, anche quello delle gemme è confermato dall'esperienza. Le pietre preziose sostengono le energie che fluiscono nel nostro organismo. A seconda della qualità della pietra, possono attivare, calmare, filtrare o trasformare queste energie, ma soprattutto ci aiutano a fare ciò che è "necessario", cioè ciò che fa girare le acque.

 

MTC, meridiani e zone riflesse

I meridiani svolgono un ruolo fondamentale nei principi della Medicina Tradizionale Cinese (MTC).Attraversano l'organismo come canali di irrigazione e forniscono al corpo e all'anima l'energia vitale Qi. Esistono 26 meridiani principali, 12 sul lato sinistro del corpo, 12 sul lato destro, uno sulla linea centrale anteriore e uno sulla linea centrale posteriore. I meridiani hanno chiari riferimenti agli organi e prendono il nome di questi ultimi in base alla loro appartenenza, ad esempio meridiano del fegato, del polmone, del cuore o dei reni. Un'ulteriore distinzione è data dalla qualità YIN o YANG dei meridiani. Yin è la ricezione, la strutturazione, il femminile. Lo Yang è il movimento, la distribuzione, il maschile.

In sostanza, possiamo visualizzare il sistema dei meridiani con le zone riflesse come un grande sistema di irrigazione energetica. Se tale canale trasporta troppa poca energia, le piante si seccano - o si trasferiscono nel nostro corpo: abbiamo disturbi o disordini funzionali. Anche un canale troppo pieno causa problemi. In questo caso, la vegetazione verrebbe inondata e soffrirebbe in egual misura.

 

Strutture fondamentali come i meridiani hanno un'influenza di vasta portata su tutto il nostro essere , al di là delle ovvie funzioni fisiche, come il pensiero, le emozioni e l'equilibrio mentale . A ogni meridiano è assegnata un'emozione; nel caso del fegato, si tratta di rabbia in caso di pienezza e di procrastinazione in caso di vuoto. Questo ha un effetto anche sull'organizzazione della nostra vita. Se c'è una mancanza di energia nel meridiano del fegato e in quello della cistifellea, manca la motivazione e manca il vigore in tutte le strutture. Se invece questi due meridiani hanno un'energia eccessiva, le persone colpite tendono a soffrire di crampi muscolari e di indurimento dei tendini, di decisioni dure, di rabbia sfrenata e di un tono di voce da caserma.

Meridiani del fegato e della bile armoniosi, invece, garantiscono una buona pianificazione, soluzioni creative e decisioni armoniose, un sistema immunitario sano e una buona qualità del sangue. Ora, ogni meridiano ha effetti problematici se la sua energia non è in equilibrio. È quindi importante mantenere i meridiani in equilibrio nella loro situazione energetica individuale e garantire una buona armonia con gli altri meridiani. Le zone riflesse sono quindi i punti di eco dell'interno sull'esterno.


Ordine di stilo in pietra preziosa per zone riflesse a prezzi all'ingrosso


Teoria dei cinque elementi

La base delle connessioni del sistema dei meridiani è la teoria dei cinque elementi. Il legno brucia attraverso il fuoco. Questo produce cenere, che diventa terra. Le rocce si formano grazie alla pressione dei sedimenti, che corrispondono al metallo. Dalle montagne sgorga l'acqua, che a sua volta è la base per la crescita degli alberi e del legno. D'altra parte, c'è anche il ciclo del controllo: L'acqua controlla il fuoco, il fuoco può essere usato per fondere il metallo, un'ascia di ferro può abbattere gli alberi, gli alberi consumano il suolo e le dighe fatte di suolo tengono sotto controllo l'acqua.

Questo ciclo degli elementi è un microcosmo energetico dentro di noi in entrambe le direzioni, collegato dai meridiani. Ci sono grandi canali navigabili in superficie, centri di distribuzione con piccole linee di rifornimento verso l'interno degli organi e troviamo persino serbatoi a cui attingere in situazioni di emergenza. Il vento, il freddo, l'umidità, il calore, il fuoco e la secchezza sono i disturbi più significativi che possono causare l ' impasse dei meridiani, la loro costrizione, la loro dilatazione inadeguata o il malfunzionamento delle chiuse.

Naturalmente, questi disturbi non vanno considerati solo come fattori meteorologici. Anche la MTC ha una comprensione più ampia. Ad esempio, il calore è associato all'esuberanza, la secchezza alla tristezza e il vento alla rabbia. Naturalmente, questi principi si applicano anche alla vita quotidiana. Per esempio, sappiamo che quasi tutte le culture delle regioni tropicali e subtropicali mangiano cibi molto piccanti. Se consideriamo la teoria dei cinque elementi, l'acqua è regolata dal fuoco, quindi il cibo piccante tiene sotto controllo la sudorazione.

 


Punti di eco

Quando si tratta di alleviare o mantenere il buono status quo, la MTC cerca di evitare che i fattori di disturbo penetrino in profondità nelle aree YIN del corpo. I meridiani YANG sono responsabili dell'assorbimento e dell'eliminazione dei fattori di malattia. Ma come funziona nella pratica? È qui che entrano in gioco le chiusure, i punti di agopuntura o digitopressione, i punti di eco del corpo.

Anche se possiamo localizzare questi punti, essi sono fondamentalmente di natura energetica. Non troviamo un substrato fisico. Qui siamo allo stesso livello dei cristalli e dei minerali. Anche in questo caso siamo in grado di testare il loro effetto attraverso l'applicazione, ma i loro meccanismi d'azione sono ancora al di là della comprensione scientifica. Se un meridiano è vuoto, dobbiamo garantire un apporto energetico. Il diaspro rosso, la calcite arancione o l'ossidiana sono gemme adatte a questo scopo. Utilizzeremo le Maniglie di queste gemme per tirare il meridiano nella direzione del flusso. La situazione è diversa per un meridiano con una pienezza problematica. Gli stili in avventurina, ametista, sodalite o magnesite sono le pietre da scegliere per attirare il meridiano contro la direzione del flusso.

La funzione delle gemme attivanti e calmanti diventa qui ancora una volta chiara. Prima di fare questo, però, dobbiamo controllare i meridiani in questione per vedere quanto sono pieni. La visione complessiva delle relazioni tra i meridiani va oltre ed è molto più interessante per i praticanti avanzati. Dopo averli controllati e inseriti in un diagramma, emerge un quadro di come il sistema complessivo possa essere armonizzato, quali serrature debbano essere attivate e quali qualità di gemme possano essere utilizzate a questo scopo. È qui che inizia un gioco investigativo con le energie che rendono felici noi e i nostri clienti.

 


Il massaggio di base

Per iniziare, si consiglia di preparare la zona riflessa con un buon olio da massaggio e piacevoli sfioramenti. Quindi selezionare la Maniglia appropriata per il riflesso della gemma. Potete farvi guidare dalle vostre sensazioni e dalla direzione in cui lavorano le gemme. La scelta delle Maniglie può essere fatta anche con diversi metodi di prova, come il pendolo, il test muscolare o il test del polso.

Le tecniche di massaggio più importanti sono gli sfioramenti e i cerchi. In questo modo è possibile massaggiare sistematicamente le zone riflesse, ad esempio sulla mano, con la Maniglia. A tal fine, si deve girare delicatamente e comodamente intorno a ciascuna zona per circa 3 o 4 volte e poi passare alla zona successiva. Assicuratevi di non scivolare e allentate il massaggio con dei colpi di tanto in tanto.

Ampia scelta di pietre da massaggio per massaggiatori, fisioterapisti e altri professionisti


Autore: Ewald Kliegel

L'ideatore degli stili di gemme per il massaggio è il naturopata Ewald Kliegel. Kliegel ha gestito per molti anni il suo studio a Stoccarda. La guarigione e l'insegnamento sono la sua vocazione. Lavora con i pazienti da 35 anni, inizialmente come massaggiatore medico e successivamente come operatore alternativo e docente presso scuole di operatori alternativi. Dalla sua pratica ha sviluppato lo stilo da massaggio e ha scritto il classico "Massaggio con gli stili di gemme", che è stato tradotto in diverse lingue. Si era già fatto un nome con un linguaggio simbolico standardizzato per 42 sistemi di zone riflesse, la descrizione dei loro contesti e le applicazioni come "mappe della salute" su CD-ROM. Il suo attuale interesse di ricerca si concentra sugli organi nelle loro caratteristiche e funzioni mentali e spirituali.

Maggiori informazioni su Ewald Kliegel e il suo lavoro