Oltre 40 anni di presenza sul mercato + produzione propria in Cina e Indonesia



Pietra del mese di giugno 2024: Azurite malachite - significato ed effetto

L'azzurrite malachite è associata alla primavera: L'anno sta lentamente riprendendo velocità. Tutto è sulla buona strada per il successo, perché le conoscenze acquisite nella calma dell'inverno si manifestano in esperienze positive e buoni risultati. Il potenziale si dispiega, tutto cresce e fiorisce. In natura, i segni indicano il verde e l'apertura, le foglie e i germogli spuntano.

L'azzurrite malachite promuove l 'interesse per l'ambiente circostante e per il prossimo, la pietra ci rende aperti e disponibili. Con il suo aiuto, possiamo imparare ad ascoltare i nostri sentimenti e le nostre emozioni e a comunicarli al mondo esterno - le tensioni interiori vengono così superate e sciolte, si crea lo spazio per un atteggiamento positivo nei confronti della vita! La malachite azzurra è in grado di armonizzare la mente e le emozioni.

 

Profilo mineralogico dell'azzurrite-malachite

Formula chimica: Cu3[(OH)2/(CO3)2] + Cu2[(OH)2/CO3] + H2O

Classe minerale: carbonato

Formazione: si forma come formazione secondaria nella zona di weathering dei depositi minerari di rame o attraverso l'intrusione di soluzioni magmatiche tardive ricche di rame in rocce ricche di carbonati.

Colore: blu-verde marmorizzato, a bande o a filigrana intergrata

Lucentezza: da lucentezza vitrea a lucentezza setosa

Sistema cristallino: monoclino

Durezza Mohs: da 3,5 a 4

Sfaldatura: scissione imperfetta, frattura terrosa

Ricorrenza, principali paesi fornitori: gli Stati Uniti (California, Arizona) e il Marocco sono noti da tempo; da qualche tempo, una bella malachite azzurra proviene anche dal Perù

Aspetto: miscela di due minerali di rame come riempimento di fessure di brecce rocciose o sotto forma di masse dense, bulbose o terrose

Articoli sull'azzurrite-malachite per commercianti e rivenditori

Origine del nome azurite-malachite e sinonimi

L'azzurrite-malachite è l'intercalare naturale dell'azzurrite blu brillante e della malachite verde. Il nome azurite fu dato nel 1824 dal mineralogista francese Francois Beudant in riferimento al colore "azzurro". La parola latina "azzurum" per blu deriva dal persiano ("lazaward", cioè "azzurro") - anche la regione mediterranea francese della Costa Azzurra ha preso il nome da questo termine. L'origine del nome "malachite" non è chiara: probabilmente deriva dalla parola greca "malache" o "moloche" per "malva", le cui foglie verde scuro ricordano il verde altrettanto scuro della malachite. Questo spiegherebbe anche il nome storico "Malvenstein". Altri sinonimi con cui la malachite azurite è venduta al dettaglio e all'ingrosso sono azur malachite e royal gem azurite.

 

Applicazione dell'azzurrite-malachite nella guarigione con le gemme

L'azzurrite malachite è la pietra della connessione e dell'armonizzazione: con il suo supporto si possono mettere in armonia mente e sentimenti, testa e cuore. I conflitti interiori possono essere risolti, si diventa di nuovo aperti e interessati agli altri esseri umani. L'espressione dei sentimenti viene sostenuta, le cose negative possono essere superate più rapidamente e facilmente.

Nella moderna guarigione con le gemme, indossare l'azzurrite-malachite come gioiello, ad esempio come bracciale o pietra forata, ha dimostrato la sua validità. Il contatto diretto tra la pietra e il corpo è un vantaggio. L'osservazione intensiva della malachite azzurra, ad esempio sotto forma di sfera, punta o taglio, viene utilizzata anche per la guarigione delle gemme.

Come tutti i minerali di rame, la malachite azzurra come pietra acquatica non è adatta all'immersione diretta in acqua. Tuttavia, il metodo della provetta e l'infusione attraverso un cristallo sono adatti per la produzione di acqua gemmata.

Gioielli e altri articoli in azurite malachite a prezzi all'ingrosso

Stabilizzazione dell'azzurrite-malachite

A causa della sua porosità e del buon clivaggio, la malachite azzurra non è inizialmente adatta come gemma, ad esempio per il taglio di ciambelle o per la burattatura di pietre barocche. Tuttavia, se le pietre grezze vengono immerse brevemente in resina sintetica prima della lavorazione, la pietra si stabilizza e può essere tagliata o burattata.

Dai residui di macinazione dell'azzurrite e della malachite, con l'aggiunta di plastica, si ottengono anche blocchi che vengono poi tagliati di nuovo. Questo processo è chiamato "ricomposizione". Dal 1991 è in circolazione anche un'imitazione di azzurrite-malachite realizzata con polvere di barite colorata pressata insieme a plastica ad alta pressione.

Abbiamo acquistato le pietre grezze con cui sono realizzati i nostri articoli in azzurrite-malachite direttamente dalle miniere degli Stati Uniti. Molti articoli contengono quindi ancora una certa quantità di marrone proveniente dalla matrice circostante. Le pietre grezze vengono stabilizzate prima della lavorazione; questo viene segnalato sull'articolo con l'aggiunta "(stab.)".

 

Cielo verde-blu - azzurrite e malachite come pigmenti colorati

Oltre 3000 anni fa, gli antichi Egizi utilizzavano l'azzurrite macinata come pigmento colorato per i loro dipinti e, mescolata all'albume d'uovo, per il trucco degli occhi. L'uso dell'azzurrite ha una lunga tradizione anche in molte altre regioni del mondo, ad esempio tra le popolazioni indigene del sud-ovest degli attuali Stati Uniti e nella dinastia cinese Ming (1368-1644).

In Europa, il minerale fu utilizzato da Albrecht Dürer e da altri pittori del Rinascimento. Di solito l'azzurrite veniva utilizzata solo come colore di base, mentre il lapislazzuli, molto più costoso, veniva utilizzato come colore di punta. A contatto con l'ossigeno dell'aria, l'azzurrite si trasforma gradualmente nel minerale verde malachite: ecco perché il cielo nei dipinti più antichi presenta talvolta una netta sfumatura verde. Con l'invenzione del "blu di Prussia" all'inizio del XVIII secolo, l'azzurrite perse la sua importanza come pigmento, ma è ancora oggi utilizzata nel restauro di dipinti antichi.

Un parente stretto dell'azzurrite è la malachite, di colore verde brillante. A seconda del contenuto di CO2 della soluzione da cui si formano i minerali, si crea malachite o azzurrite. Se il contenuto di CO2 cambia in una fase successiva, l'azzurrite si trasforma in malachite ma mantiene la sua tipica forma cristallina. I mineralogisti chiamano questo processo "pseudomorfosi".